Lo chef Michele Scotti

Home  >>  Lo chef Michele Scotti

Lo chef Michele Scotti

Chef

Michele Scotti nasce ad Ischia dove compie i suoi primi passi, professionalmente parlando. Figlio d'arte, è dal padre, Pasquale, cuoco all'Hotel Moresco che impara i rudimenti del mestiere. Basi solide che verranno a rafforzarsi, nel 1968, col diploma all'Istituto Alberghiero di Ischia come addetto di segreteria e di portineria.I suoi primi incarichi professionali, inerenti la sua specializzazione, lo vedono impegnato nei migliori alberghi dell'isola: Grand Hotel Regina Isabella, Club Hotel Il Castelletto, a gestione famigliare, Grand Hotel Moresco, Hotel Continental, Grand Hotel Serena e Majestic di Montesilvano. Una parentesi all'estero, all'Hotel Calonder di St. Moritz, ed infine l'Hotel Tequila di Isernia dove Scotti raggiunge l'apice della carriera come direttore. Ma come ben si sa, al cuor non si comanda e la passione per la cucina e gli insegnamenti paterni gli sono entrati nel sangue; è dai fornelli che Scotti è irresistibilmente attratto.Passione che verrà ulteriormente esaltata dagli stages fatti con grandi cuochi quali il celebre Ercolano, chef della motonave Michelangelo e Gimona dell'Alitalia, ed in prestigiosi ristoranti. Esperienze che gli allargheranno gli orizzonti culinari, scoprendo ed approfondendo le varie sfumature della cucina nazionale ed internazionale.Ormai la strada è segnata, e dal 1976, decide di dedicarsi esclusivamente alla cucina, facendo ancora molta pratica e ricevendo, oltre alle prime soddisfazioni personali, riconoscimenti dal mondo enogastronomico, dove ormai si muove con la destrezza e la sicurezza di chi ha accumulato un notevole bagaglio di esperienze ma è desideroso di imparare amcora molto, perchè la sete di sapere non si deve mai spegnere.Riconosciuto MAESTRO DELLA BUONA TAVOLA dall'ASSOCIAZIONE CUOCHI ITALIANI, ambito premio alla sua serietà e riconosciuta bravura, dal 1978, Michele Scotti gestisce il RISTORANTE TROPICANA a TORINO, dove perpetua la tradizione di famiglia ed è riuscito nel connubio, non sempre facile, tra la gastronomia mediterranea e quella piemontese.A dimostrazione che fin dai primi passi mossi in cucina col padre, il mestiere lo ha affascinato e permeato, l'imperituro entusiasmo che ancora oggi trascina Michele Scotti alla ricerca di sempre nuovi obiettivi da raggiungere, di nuove iniziative da proporre per la soddisfazione della sua numerosa ed affezionata clientela e, non ultima, sua personale.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *